L’AMICO N (PURA FANTASIA)

Mettiamo che abbiate comprato un monolocale di trenta metri quadrati in un condominio dove ci sono tante altre case. Ma veramente tante. Per amministrare questo condominio bisogna eleggere una squadra di amministratori. È una vera democrazia, siete voi a scegliere! L’amico N si candida in una piccola lista. Loro pensano che gli inquilini dei monolocali e dei bilocali debbano essere giustamente rappresentati. Temono, vi confidano, che le altre liste tengano solo alle esigenze dei proprietari degli attici di cinquecento metri quadrati, che sono una minima parte delle persone che abitano lì. L’amico N vi convince. Votate per lui. Lui e altri nella sua lista vengono eletti. È la democrazia. Gli amministratori eletti vengono lautamente retribuiti perché svolgono un lavoro importante e difficile. Siete voi a retribuirli con la retta condominiale mensile. Che bella, la democrazia.

La squadra di amministratori decide che tutte le spese condominiali siano a carico dei proprietari dei monolocali e dei bilocali poiché sono in numero maggiore. Non avrebbe senso far pagare anche gli altri. La squadra di amministratori decide che nel garage condominiale possano parcheggiare soltanto i proprietari degli attici, le loro automobili costose e alla moda, fuori dal garage, potrebbero venire rubate. Meglio non rischiare. Dopotutto per le auto e le biciclette di tutti voi è disponibile un parcheggio a pagamento (non custodito). Siamo purtroppo in fase di austerity, e quindi bisogna risparmiare. Così gli amministratori decidono di licenziare i dieci immigrati che si occupano delle pulizie, e chiedono un sacrificio agli inquilini dei monolocali e dei bilocali. Un turno settimanale volontario ciascuno e il condominio sarà ugualmente pulito. Affinché i proprietari degli attici non debbano subire il fastidio di alcuni loro condomini lì a espletare il servizio di pulizia, gli viene concesso di sputare a terra mentre passano. Che possano marcare la differenza di classe (in fondo così netta). Almeno questo vorrete concederglielo!

La domenica mattina incontrate l’amico N (un tempo lo chiamavate compagno) che va alla Santa Messa. Quanto è bello nel vestito nuovo che s’è comprato con lo stipendio messo insieme con le vostre rette condominiali. Vi dice che dalla settimana prossima potrete lavare anche le scale che portano ai monolocali e ai bilocali, e non più solo quelle che portano agli attici. È stato lui a ottenere questo straordinario risultato.

Siete felici. È quanto gli chiedevate. O no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...